Centro storico: dal 2 luglio riparte il servizio Mudibus

Dal 2 luglio riparte il servizio Mudibus per la fruizione smart ed ecologica del Centro Storico di Agrigento.  Il servizio, promosso dall’Associazione Ecclesiaviva in partenariato con Anthos srl e Youontour come social manager, prevede l’attività di collegamento nel centro storico per la fruizione delle risorse culturali fino alla Via Duomo per facilitare il raggiungimento della Cattedrale, del Museo Diocesano, della Chiesa Santa Maria dei Greci, del Polo espositivo Mudia a San Lorenzo e Santo Spirito. Il progetto ha l’ambizione di aumentare il flusso di soggetti che visiteranno il centro storico di Agrigento e il colle mettendo in pratica soluzioni di innovazione sociale e culturale con mobilità sostenibile green attraverso i Mudibus, navette turistiche elettriche.

Il servizio realizzato con i mezzi elettrici permette di raggiungere le vie del centro storico e centro città, alcune delle quali non servite dal trasporto pubblico urbano.  Tale servizio presenta un notevole carattere di innovazione in quanto consente ai turisti e ai residenti di raggiungere il centro città e il colle e percorrere in maniera agevole e flessibile le strette e impervie vie cittadine.

Il servizio parte in autonomia senza contributi pubblici e prevede un biglietto di € 5,00 per i non residenti che da diritto ad una riduzione per l’accesso ai siti culturali del percorso Arte&Fede.  Poiché il progetto presenta una carattere sociale, anche i residenti e in particolare gli anziani potranno usufruire gratuitamente del servizio a disponibilità di posti.

L’Associazione è in attesa dell’approvazione della convenzione con il Parco archeologico per implementare il servizio dalla Valle al Colle come lo scorso anno, ed ha presentato proposta di messa a disposizione del servizio al Comune per Agrigento Capitale della Cultura. Una immagine di città smart per farla diventare veramente fruibile a tutti

Orario del Servizio (fino al 30 ottobre 2024)

 

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.