Comunità “Porta Aperta”: «da 37 anni riflesso della bontà  di Dio»

0
535
Nella foto (in senso antiorario): Patrizia Tarallo, suor Mariagrazia Pellitteri, suor Enza Scozzari, suor Eliane, suor Maria Stella Rizzo

“ È riflesso della luce perenne, uno specchio senza macchia dell’attività di Dio e immagine della sua bontà.Sebbene unica, può tutto; pur rimanendo se stessa, tutto rinnova e attraverso i secoli, passando nelle anime sante, prepara amici di Dio e profeti”.

Con queste parole, tratte dal libro della Sapienza,  dalla liturgia di oggi, 14 novembre, don Angelo Gambino, parroco della parrocchia Santa Maria degli Angeli, nel centro storico di Agrigento esprime il grazie della parrocchia alla  “Comunità  Missionaria Porta Aperta” che oggi celebra il suo 37° anno di vita.  “Grazie – dice don Angelo – perché siete un riflesso della bontà  di Dio; grazie perché in questi anni avete rinnovato i cuori di tante persone; grazie perché con il vostro servizio ci rendete amici di Dio e profeti; grazie  per la vostra presenza preziosa nella nostra comunità  parrocchiale. Il Signore vi ricolmi – conclude don Angelo – delle sue benedizioni e accresca di nuove vocazioni la vostra famiglia. La Comunità  Porta Aperta in tutti questi anni, si è contraddistinta per le proposte di evangelizzazione  itinerante, soprattutto verso il mondo giovanile e nel servizio ai poveri.

In città  sono conosciute come le suore della  “Mensa della Solidarietà” di via Gioeni.  Essa nasce, infatti, nel 1999 come risposta ai tanti bisogni emergenti di quanti bussavano alla porta  della Comunità  Missionaria  Porta Aperta. Oggi, la Mensa, offre agli indigenti il  pranzo  caldo del mezzogiorno, un servizio docce, un servizio guardaroba e un sempre più qualificato  centro di ascolto per tutti , specie per chi vive situazioni di disagio a vari livelli o di condizioni di  grave precarietà . La Mensa della Solidarietà  negli anni è diventata, “porta aperta”, occasione di incontro, integrazione, accoglienza e socializzazione per persone della città  e della provincia, punto di riferimento per girovaghi-rom  ed extracomunitari. Essa si regge attraverso l’impegno delle  suore e dei tanti Volontari  che svolgono la loro opera  a titolo completamente  gratuito e con l’aiuto diretto e indiretto di persone ed Enti.

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here