Mons. Luigi Bommarito riposerà nella Chiesa madre di Terrasini

0
2764

Monsignor Luigi Bonmarito , già vescovo di Agrigento, riposerà nella chiesa madre di Terrasini, comune che gli diede i natali il 1º giugno 1926 e dove, nella casa di famiglia e nella fede in Gesù Cristo che ha amato e servito, ha concluso il suo pellegrinaggio terreno, all’età di 93 anni il 19 settembre del 2019.

Chiesa Madre di Terrasini (foto pagina Facebook)

A volerlo è stato lo stesso mons. Bommarito; desiderio, questo, che rappresenta il segno del profondo legame, mai nascosto, che aveva con la sua diocesi e città, dove ha voluto trascorrere gli ultimi anni della sua vita quando, per raggiunti limiti di età, ha dovuto rassegnare le dimissioni da arcivescovo di Catania.
Le spoglie mortali, dopo avere ottenuto le dovute autorizzazioni, il 31 agosto 2021, sono state già traslate e tumulate, in privato, nella nuova sepoltura all’interno della matrice, alla presenza del medico legale, dell’arciprete di Terrasini, don Renzo Cannella e dei familiari. La bara è stata collocata nella cappella della Madonna di Trapani. Sul pavimento, incisi sul marmo, lo stemma col motto episcopale “Ecclesiam dilexi” che  ha caratterizzato il suo ministero di amore e di servizio e la scritta “Mons.Luigi Bommarito, arcivescovo emerito di Catania” con le date di nascita e di morte. ( vedi foto in basso)

Domenica 19 settembre, alle ore 19:00, nel secondo anniversario della morte, la nuova sepoltura, sarà benedetta ufficialmente, dal vescovo di Monreale monsignor Michele Pennisi. Nella Chiesa madre ha ricevuto il battesimo e gli altri sacramenti dell’iniziazione cristiana.

_Note biografiche__________

Presbitero dell’arcidiocesi di Monreale, mons. Luigi Bommarito fu eletto vescovo ausiliare di Agrigento e vescovo titolare di Vannida il 18 marzo 1976.

Fu ordinato vescovo il 1º giugno dello stesso anno dal cardinale Sebastiano Baggio, co-consacranti l’arcivescovo Corrado Mingo e il vescovo Giuseppe Petralia.

Il 2 maggio 1980 venne eletto vescovo di Agrigento.

Traslate Il 1º giugno 1988 è stato chiamato a servire come arcivescovo l’arcidiocesi di Catania.

Il 4 e 5 novembre 1994 accolse papa Giovanni Paolo II durante la visita pastorale nella città etnea concelebrando la messa di beatificazione di Madre Maddalena Morano.

Il 7 giugno 2002 si è dimesso per raggiunti limiti di età.

Sepolcro di mons. Bommarito, nella chiesa madre di Terrasini.

Articoli correlati:

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.