Tre preti per la Chiesa agrigentina, Damiano: «Sia Cristo lo scopo della vostra vita»

0
1993

Giovedì 14­­­ settembre 2023, festa liturgica dell’esaltazione della Santa Croce, nella Basilica Cattedrale, la Chiesa agrigentina in tutte le sue componenti,  si è riunita attorno all’Arcivescovo Alessandro, per invocare il dono dello Spirito Santo per la consacrazione presbiterale dei diaconi Marco Caruso della comunità ecclesiale di Agrigento, Salvatore Ingoglia della comunità ecclesiale di Castelvetrano e Giuseppe Vecchio della comunità di Palma di Montechiaro. Al Rito dell’ordinazione, animato dalla corale diocesana,hanno preso parte i presbiteri e i diaconi della Chiesa agrigentina, una rappresentanza della Comunità di Castelvetrano, presenti i familiari e le comunità di origine degli ordinandi, con alcuni dei primi cittadini, ma anche quelle dove i novelli presbiteri hanno svolto il ministero diaconale e tanti amici e parenti accorsi numerosi per questo evento di grazia. Dopo la proclamazione del Vangelo ha avuto inizio il suggestivo rito di ordinazione. L’Arcivescovo nell’omelia ne ha voluto evidenziare i segni e le parole, leggendo la celebrazione alla luce di due ricorrenze, che ha definito provvidenziali: la festa dell’esaltazione della Croce e il 30° anniversario del martirio di don Pino Puglisi.In particolare ha esortato i neo presbiteri a essere, nelle pieghe e nelle piaghe della vita e del nostro territorio in particolare, testimoni credibili del Vangelo e a “non smarrire la via che è Cristo, lo stesso ieri, oggi e sempre, sia Lui  – ha detto – l’occupazione della vostra vita… lo scopo della vostra esistenza”. 

  • Sul prossimo numero del settimanale L’Amico del Popolo,  dedicheremo uno speciale.

Ascolta qui l’omelia di mons. Alessandro Damiano

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.