Parr. San Nicola: concluso l’itinerario di Ascolto della Parola, ad Agosto ogni giovedì l’ Adorazione Eucaristica

0
583

Si è concluso venerdì 7 agosto, l’itinerario di ascolto della Parola nella Parrocchia S. Nicola di Agrigento (fraz. Fontanelle) guidato da don Riccardo Scorsone. Quattro momenti di lectio divina per riscoprire i fondamenti della vita cristiana, in compagnia di alcune donne del Vangelo.

Nel primo incontro, la protagonista è stata la donna  cananea/pagana (Mt 15,21-28), il cui atto di fede veramente perfetto è modellato su quello di Gesù che, nonostante la prova della croce, si abbandona totalmente nelle mani del Padre. Il tema di questo primo incontro è stato, dunque, quello della fede che, ricevuta in germe nel Battesimo, è chiamata svilupparsi lungo tutta la vita cristiana. Il cristiano non si può accontentare di una fede “allo stadio battesimale”!

La vedova povera (Mc 12,38-44) viene indicata da Gesù come modello nel donare. Il dono è stato il tema del secondo incontro. Tutta la vita cristiana è costruita sulla logica del dono che, per essere veramente tale, deve avere le caratteristiche della gratuità, della circolarità/reciprocità e dell’eccedenza. Occorre, pertanto, riconfigurare la proposta cristiana a partire dalla categoria di dono più che da quella di comandamento (agere sequitur esse).

Gli ultimi due incontri hanno affrontato i temi dell’azione umana e dell’azione divina, più comunemente nota come “grazia”. Le scelte durature della vita avvengono quando azione dell’uomo e azione di Dio si incontrano “a metà strada”. Da un lato, c’è la grazia che per prima viene in soccorso all’uomo affinché realizzi il fine per il quale è stato creato, l’eternità; dall’altro lato, c’è l’azione dell’uomo che, vedendo la grazia venirgli incontro, non resta immobile ma si impegna perché il dono di Dio porti frutto. Esempio nell’azione cristiana è stata la donna che unge Gesù a Betania con il nardo (Mc 14,9-3): lei riconosce il vero valore di Gesù e non ha paura di “sprecare” quanto di più prezioso possiede (l’azione cristiana segue la logica del dono). Esempio nell’accoglienza della grazia, invece, non poteva che essere Maria di Nazaret (Lc 1,26-38), la prima e la più perfetta discepola che nell’annunciazione rivela come agisce e come si accoglie il dono di grazia. La comunità di Fontanelle e i tanti amici provenienti da altre comunità parrocchiali hanno gustato la bellezza e la potenza della Parola di Dio, la sola che insieme all’Eucarestia, permette ai singoli e alle comunità di progredire in modo significativo nel cammino di vita cristiana.

Altro momento che ha segnato l’estate nella parrocchia S. Nicola è stata l’Adorazione eucaristica, il 6 agosto, animata dai Giovani della Comunità ” Nuovi Orizzonti” di Roma, con momenti di testimonianza (foto accanto).

 

 

L’Adorazione Eucaristica in preparazione dell’Ordinazione di don Alessandro Damiano. Tutti i giovedì di Agosto si terrà , in comunione con la Chiesa agrigentina – dalle ore 21.00 alle 22.30 – sul sagrato della Parrocchia,  un momento di Adorazione eucaristica silenziosa, in ossequio delle disposizioni dell’emergenza sanitaria in corso.

Scarica la Locandina 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.