Ribera: costituita l’Unità pastorale, un nuovo inizio di comunione tra le parrocchie

0
1337
Matrice di Ribera (foto FB)
Mons. Damiano in occasione dell’Assemblea

Mons. Alessandro Damiano il 25 gennaio u.s., nella Chiesa madre di Ribera, ha concelebrato la Santa Messa con i presbiteri e i consigli pastorali delle parrocchie della città. Al termine ha tenuto un’assemblea durante la quale ha prospettato un nuovo inizio di comunione tra le parrocchie. Per tanto, in considerazione delle dimissioni per raggiunti limiti di età di don Antonio Nuara dall’ufficio di parroco della parrocchia Maria SS. Immacolata e della conclusione del mandato a don Salvatore Lucio Fiore da parroco della parrocchia B.M.V. della Pietà e in vista di una rinnovata comunione pastorale nel territorio riberese, mantenendo il servizio delle parrocchie  S. Nicolò di Bari, Santa Teresa del Bambino Gesù e S. Pietro, ha affidato, secondo quando prevede il Codice di Diritto Canonico,  la cura pastorale “in solidum” – delle parrocchie San Nicolò di Bari – Beata Maria Vergine della Pietà, Santa Teresa del Bambino Gesù, Maria SS. Immacolata, San Pietro Apostolo – a don Giuseppe Argento, parroco moderatore e a don Ignazio Puccio, parroco. “Vi affido inoltre – si legge nel decreto –  la cura pastorale della Chiesa – Rettoria “San Pellegrino” sita nel territorio della parrocchia S. Nicolò di Bari, per la quale – scrive l’Arcivescovo – sarete collaborati dal rev.do don Antonio Nuara”.

Una riorganizzazione pastorale maturata nel tempo il cui decreto porta la data del 1° novembre 2021 ed avrà la durata di “sette anni,  terminati i quali – si legge nel decreto – continuerete nel vostro ufficio fino a quando non sarà provveduto diversamente” (donnec alitare providetur)

Leggi il decreto dell’Arcivescovo

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.