S.Rosalia: verso il IV centenario della scoperta della grotta alla Quisquina

0
192

Uno speciale anno dedicato a Santa Rosalia patrona di Santo Stefano Quisquina. È quello che si aprirà nel maggio 2024 con i festeggiamenti patronali in onore della “santuzza” e proseguirà fino al mese di settembre 2025, con l’anniversario dell’arrivo del busto reliquiario a Santo Stefano: è stato indetto per ricordare il 4° centenario dalla scoperta della grotta di Santa Rosalia alla Quisquina che ricorrerà il prossimo 24 agosto. In quel periodo a Santo Stefano si costruiva il nuovo convento dei Domenicani; fra gli operai vi erano Simone Tropiano e Francesco Bongiorno, due muratori palermitani che sapevano della scoperta delle reliquie di  Santa Rosalia sul monte Pellegrino. In un momento di fervore di ricerche sulle orme della santa eremita, decisero di cercare la grotta della Quisquina che trovarono fra gli sterpi insieme ad una ventina di Stefanesi. All’interno della grotta trovarono delle lettere scolpite, in seguito attribuite alla santa, che si riuscirono a leggere due giorni dopo con i Gesuiti di Bivona: “Ego Rosalia Sinibaldi Quisquinae et Rosarum Domini filia Amore mei Jesu Cristi in hoc antro abitari decrevi” (Io Rosalia Sinibaldi, figlia del signore della Quisquina e del Monte delle Rose, per amore del mio Signore Gesù Cristo, ho deciso di abitare in questa grotta).

Per ricordare tale avvenimento a Santo Stefano Quisquina è partita la macchina organizzativa dell’anno intitolato Per annum Rosali e il calendario delle iniziative ha un unico obiettivo: alimentare, approfondire, e continuare diffondere sempre più la devozione verso la “santuzza”.

Il parroco dell’Unità Pastorale e rettore del Santuario alla Quisquina don Giuseppe Alotto, insieme al consiglio pastorale, al comitato pro-festeggiamenti 2024, all’amministrazione comunale di Santo Stefano Quisquina, stanno programmando diversi appuntamenti per dare risalto a questo avvenimento.  Saranno coinvolte le due Arcidiocesi di Agrigento e Palermo, il comune di Palermo, il Rotary Club di Bivona, le associazioni, gli artisti, diversi gruppi corali, le scuole e tantissime realtà sociali presenti nel territorio.

Mostre, calendari, convegni, pellegrinaggi, rassegne corali, grest sul tema, recital e solenni celebrazioni, verranno fissate nel programma del “Per annum Rosali”. Inoltre all’interno di questo arco temporale verranno ricordati altri importanti avvenimenti: il 250° anniversario della consacrazione della chiesa Madre, il 390° anniversario del martirio del Santo stefanese Giacinto Giordano Ansalone e il 25° anniversario della consacrazione della chiesa del Carmelo. Si sta lavorando anche a un logo e un inno che accompagneranno tutte le iniziative del lungo calendario programmato.

All’unanimità le realtà coinvolte dichiarano che bisogna “dare il massimo” per un avvenimento di questa portata. Per informare i cittadini verrà creata una campagna di comunicazione, per dare risalto alle manifestazioni in programma, coinvolgendo anche emittenti televisive e testate giornalistiche di livello regionale e nazionale.

Alessandro Mistretta

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.