Terremoto in Marocco: l’Arcidiocesi di Agrigento, aderisce alla raccolta fondi per il sostegno agli sfollati

0
76

Sale a oltre duemila il numero delle vittime del violento terremoto di magnitudo 6.8 che nella notte di venerdì 8 settembre ha devastato i villaggi a sud di Marrakech in Marocco. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre 300mila persone sono state colpite dall’emergenza.

La rete delle Caritas locali si è subito attivata per organizzare una prima assistenza alle persone sfollate.

La Conferenza Episcopale Italiana ha espresso piena solidarietà ai fratelli e alle sorelle del Marocco. Come forma di aiuto immediata, ha deciso lo stanziamento di 300mila euro dai fondi 8xmille che i cittadini destinano alla Chiesa Cattolica.

Lo stanziamento aiuterà, attraverso Caritas Italiana, a far fronte alle prime necessità.

Anche Caritas Diocesana Agrigento manifesta vicinanza alle popolazioni colpite dalla tragedia. Al fine di dare un primo aiuto concreto parteciperà alla campagna di raccolta fondi indetta da Caritas Italiana invitando la comunità a fare lo stesso.

 

Per aderire è possibile fare un bonifico, entro il 30 settembre, intestato a:

  •     c/c bancario di Banca Intesa S. Paolo intestato a Arcidiocesi di Agrigento  IBAN: IT 69 Y 03069 09606 100000006841
  •     c/c bancario di Banco di Credito Cooperativo Agrigentino intestato a Fondazione Mondoaltro Onlus    IBAN: IT 30 C 07108 16600 000000001459

Causale: “Terremoto Marocco 2023”.

“Le somme raccolte verranno inviate – dice il direttore Valeri oleandri – a Caritas Italiana, che provvederà a sostenere l’azione delle Caritas del Marocco già impegnate ad offrire un sostegno concreto e immediato alle popolazioni colpite”

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.