Visita Pastorale a sambuca di Sicilia: dal vescovo parole di speranza-certezza

0
707

Giorni intensi dal 18 al 20 gennaio 2024 per la comunità di Sambuca di Sicilia che ha accolto il Vescovo Alessandro come grazia e dono di Cristo.
La sua presenza ha rappresentato per la Comunità un momento fondante per essere esortati nella fede. Con entusiasmo e gioia il popolo di Dio ha manifestato il bisogno di camminare insieme al Pastore in questo periodo storico carico di incertezze, tormentato da guerre, sofferenze e distruzioni, da preoccupazioni tra i giovani, troppo “connessi”, a volte schiavi delle nuove tecnologie, nelle famiglie, nella comunità cittadina e nel mondo, consapevoli che è possibile superare le crisi del nostro tempo se daremo spazio ai veri valori della vita: la fratellanza, la solidarietà, il dialogo e il rispetto per la “casa comune”.
Padre Alessandro, con la sua parola è riuscito a infondere una Speranza-certezza in un domani migliore, animato da Gesù Cristo fonte di giustizia, via, verità e vita. La visita pastorale dell’arcivescovo – dice il Sindaco Giuseppe Cacioppo – ricade nel 56esimo anniversario del Sisma del ‘68 che segna un prima e un dopo per l’intera valle del Belìce.
A Sambuca la visita pastorale è iniziata proprio dalla Casa Comunale dove è stato ricevuto dal Sindaco, dalla Giunta, dai consiglieri comunali e dai dipendenti. Nel discorso dell’arcivescovo – che ha citato Giorgio La Pira- ha evidenziato un messaggio di Pace che si costruisce anche nel posto di lavoro e nei rapporti tra colleghi. Intrattenendosi al Palazzo dell’Arpa con amministratori e dipendenti ha sottolineato il reciproco rapporto tra Comune e Chiesa locale e il raggiungimento dei medesimi obiettivi: qualità della vita, sostegno alle famiglie in difficoltà, emergenza educativa dei giovani, lavoro ed emigrazione.

A conclusione, a monsignore Alessandro è stato consegnato un cesto con prodotti tipici del borgo sambucese.
Incontrando le diverse realtà, ecclesiali e civili, del territorio, le case di riposo, il Centro Solidale con Te, il circolo “G. Guasto”, le Associazioni di volontariato e spazio ha dedicato alla Scuola, presidio educativo del territorio ove il dirigente scolastico dott.ssa Gabriella Scaturro, nel porgere il saluto di benvenuto ha espresso sentimenti di ringraziamento per l’attenzione e la benevolenza dimostrata dallo stesso alla comunità scolastica.
Durante la visita pastorale l’arcivescovo ha benedetto la “casa canonica” e la sacrestia della chiesa Maria Santissima Assunta (ex Matrice restituita alla popolazione nel 2019) rinnovata dopo oltre mezzo secolo dall’evento sismico del 68. Il sindaco, Giuseppe Cacioppo, ha consegnato le chiavi della struttura all’arciprete, don Giovanni Corona, sottolineando l’importanza della ristrutturazione per la comunità.
L’amministrazione comunale di Sambuca, con un finanziamento di 516 mila euro, ha portato a termine i lavori iniziati nel 2022. Un intervento programmato durante l’amministrazione comunale guidata da Leo Ciaccio che adesso è vicesindaco della giunta Cacioppo. Ringraziamenti speciali a don Lillo Di Salvo, che è stato per molti anni arciprete di Sambuca ed ha mantenuto uno stretto legame con il centro belicino.
Tessitori di speranza questo l’impegno che la comunità sambucese, in attesa del giubileo del 2025, ha preso con il Buon Pastore, affrontare le incomprensioni, impegnarsi e credere di poterli superare; sentirsi corresponsabili del bene comune, ricordando l’importanza del noi; essere comunione, per costruire una Chiesa accogliente e “vera” fatta di esempi di vita e testimoni di umanità per ridarle lo slancio di “raggiungere le città degli uomini”.

Maria Mulè

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.