Cattedrale: celebrata la Festa del RnS nell’anno giubilare

Il  27 marzo è stata una domenica particolare per il Rinnovamento nello Spirito (RnS) della diocesi di Agrigento che ha organizzato con il consueto stile coinvolgente e fraterno la Convocazione diocesana per vivere “la Festa del Ringraziamento”, occasione di giubilo per un cammino di fede voluto dallo Spirito Santo approvato e reso pubblico dalla Chiesa e in quest’anno “giubilare” (il RnS è presente in Italia da 50 anni), l’occasione di particolare rendimento di grazie al Signore. Tutti i gruppi delle varie realtà locali si sono ritrovate nella  Basilica Cattedrale di Agrigento ospitati dal parroco Don Giuseppe Pontillo per ribadire l’appartenenza al Movimento, ripercorrere insieme i momenti più significativi dell’anno trascorso e fare memoria del 14 marzo 2002, quando venne approvato definitivamente lo Statuto del RnS da parte del Consiglio Permanente della C.E.I.

L’incontro ha  rappresentato  un’opportunità per i Gruppi di stare insieme, finalmente in presenza,  toccando con mano quanto bisogno c’è di ritrovarsi, accogliersi e pregare comunitariamente guardandosi negli occhi. E’ stato emozionante accogliere il saluto, la benedizione e il mandato dell’Arcivescovo,  Mons. Alessandro Damiano, che ha ricordato ai presenti di essere Chiesa in uscita, annunciatori del Vangelo. Il raduno è stato  anche un momento di festa per ricordare  insieme un percorso che il Signore ha tracciato, passo dopo passo, un cammino di maturità ecclesiale, che rappresenta un occasione propizia per confermare la nostra fede cattolica, la nostra testimonianza carismatica, l’importanza di essere nella Chiesa e per la Chiesa. La giornata si è conclusa con la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vicario generale Don Giuseppe Cumbo, che durante l’omelia ha esortato l’assemblea attraverso degli inviti precisi: “riprendere l’entusiasmo nel nostro cammino di fede, la dimensione profetica ha bisogno di essere vissuta dalla comunità cristiana,  dobbiamo chiedere come comunità al Signore di fare esperienza della sua misericordia ed  essere misericordiosi.  Abbiamo bisogno di fare comunità e di vivere la comunione per contribuire a spingere questa barca che è la Chiesa perché possa compiere la sua missione evangelizzatrice.”  E, a conclusione ci ha ricordato come le nostre comunità debbono recuperare e valorizzare tre capisaldi fondamentali per il nostro cammino: Identità, missione e profezia, per essere sale e lievito anche per le comunità parrocchiali della nostra arcidiocesi. La manifestazione  si è conclusa  con l’intervento e i saluti del coordinatore diocesano Giovanni Bellanca che ha ringraziato don Giuseppe Cumbo, don Giuseppe Pontillo e tutti i convenuti che, con gioia, hanno accolto l’invito a partecipare alla  convocazione, con la speranza di potersi rivedere in un prossimo evento del movimento ancora in presenza.

                                                                                    Marianna Gueli                                                    (membro Comitato Diocesano RnS)

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.