Guerra in Ucraina: continua l’impegno di Caritas Diocesana Agrigento

0
799
foto caritasitaliana.it

L’emergenza legata alla guerra in Ucraina continua così come continua, puntuale, la risposta di Caritas Diocesana Agrigento che non cessa la propria attività di sostegno alle famiglie e ai profughi tutti che si sono già affacciati sul nostro territorio.

«Abbiamo scelto di seguire la linea dettata da Caritas Italiana dando la disponibilità ad accogliere coloro che arriveranno attraverso i canali umanitari attivati in collaborazione con le Caritas  impegnate nei Paesi di transito» spiega il direttore di Caritas Diocesana Agrigento, Valerio Landri, che torna a ribadire la necessità di sentirsi tutti chiamati a fare “propri” i bisogni di un popolo vicino che grida aiuto».

«Inoltre» continua «per ovviare alla difficoltà di poter garantire la corretta e tempestiva consegna degli  eventuali indumenti o i beni di prima necessità donati, abbiamo preferito esclusivamente aderire alla raccolta fondi indetta da Caritas Italiana».

Di fatto la risposta è soddisfacente ed efficace e la gratitudine cresce insieme alla consapevolezza che quella di Agrigento è una diocesi viva e pronta a fare sempre la propria parte. In pochissimo tempo, infatti, è stata raccolta la somma di 20.000 Euro già prontamente inviata.

L’impegno, però, continua. Intanto attraverso la preghiera affinché si sensibilizzino i cuori dei governanti e possano porre fine a questa follia disumana, inoltre dando il proprio contributo facendo pervenire la propria donazione su:

– conto corrente bancario di Banca Intesa San Paolo, intestato a Arcidiocesi di Agrigento Iban: IT 69 Y 03069 09606 100000006841, causale  «Caritas – Emergenza Ucraina» .

 

 

 

 

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.