VI Anniversario della visita del Papa a Lampedusa: una messa del Papa in S.Pietro

0
306

Ricorre, oggi, 8 luglio 2019,  il VI anniversario dal pellegrinaggio di Papa Francesco a Lampedusa. Un pellegrinaggio nella maggiore delle Pelagie – come dirà lo stesso Papa ricordando quella visita – per “compiere un gesto di vicinanza ai migrati in cerca di una vita migliore e risvegliare l’attenzione nei confronti dei loro drammi ma anche per  a esprimere gratitudine agli abitanti di Lampedusa e di Linosa impegnati in un’encomiabile opera di solidarietà, sostenuti da associazioni, volontari e forze di sicurezza”.
Da quella storica visita, la prima del suo pontificato, tante vicende tristi, legate all’immigrazione, hanno continuato e continuano a riempire le pagine di cronaca dei media. Gli sbarchi sono all’ordine del giorno e purtroppo anche i morti che accompagnano i vivi che arrivano sulle nostre coste.

A Lampedusa, dopo la tragedia del 3 ottobre davanti le bare schierate nell’hangar dell’aeroporto, le massime autorità europee e nazionali hanno gridato “mai più!”. Purtroppo così non è stato. Ancora assistiamo all’arrivo di gente che affronta viaggi estenuanti per fuggire da drammi, povertà, guerre, conflitti, spesso legati a politiche internazionali, ancora registriamo vittime in un mare Mediterraneo diventato un cimitero liquido, ancora la speranza di tanti migranti viene spenta da un un rifiuto disumano. Per ricordare quel viaggio, oggi alle ore 11.00,  Papa Francesco celebrerà una Messa per i Migranti, nella Basilica di San Pietro. Parteciperanno alla celebrazione circa 250 persone tra migranti, rifugiati e quanti si sono impegnati per salvare la loro vita. La Messa sarà trasmessa in diretta da Vatican Media. “Il Santo Padre – ha detto il direttore della Sala stampa del Vaticano –  desidera che il momento sia il più possibile raccolto, nel ricordo di quanti hanno perso la vita per sfuggire alla guerra e alla miseria e per incoraggiare coloro che, ogni giorno, si prodigano per sostenere, accompagnare e accogliere i migranti e i rifugiati”.

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here