I Vescovi di Sicilia a Roma per la “Visita ad Limina Apostolorum”

0
2153
I vescovi siciliani in Piazza San Pietro

I vescovi di Sicilia da oggi, 29 aprile 2024, al 3 maggio sono impegnati per la “Visita ad limina apostolorum” e per confermare la comunione con il vescovo di Roma e con la Chiesa che presiede nella carità. La visita ha avuto inizio  questa mattina con l’incontro con il Santo Padre Francesco, dalle ore 9;30 alle 12;00, presso il Palazzo apostolico (guarda il video)  e nei giorni successivi proseguirà con gli incontri presso i Dicasteri della Curia Romana, dove i presuli presenteranno il cammino ecclesiale delle Chiese di Sicilia, dopo aver inviato alla Santa Sede una relazione dettagliata sulla propria diocesi e una generale dell’intera Regione ecclesiastica.

Tra gli altri temi affrontati durante l’incontro con Papa Francesco, questioni di grande attualità e impatto sociale, come le problematiche che affliggono la vita pastorale delle singole diocesi e i problemi della mancanza di legalità e della mafia. Si è parlato del sostegno ai giovani nella fede e della tendenza da parte loro a lasciare l’isola: “Abbiamo parlato dei problemi dello spopolamento, perché dalla nostra isola si va via, purtroppo”, ha dichiarato monsignor Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e presidente della conferenza episcopale siciliana, a Radio Vaticana – Vatican News (clicca per leggere l’articolo), davanti a una Piazza San Pietro riscaldata da un intenso sole primaverile, quasi a omaggiare i vescovi isolani. Nel corso del primo giorno anche l’incontro con il Dicastero della Comunicazione e la celebrazione nella Basilica papale di San Paolo fuori le mura.

Al termine della Celebrazione nella Basilica Papale di San Paolo fuori le mura.

Durante i giorni della visita sono previste altre celebrazioni nella basiliche papali e un momento di preghiera presso la chiesa “S. Maria Odigitria” dei Siciliani.
Per la Conferenza episcopale siciliana,la Visita, è un momento significativo per esprimere la gratitudine al Santo Padre e per ricevere orientamenti e sostegno per il ministero episcopale. Durante i giorni romani, i vescovi avranno anche l’occasione di riflettere su argomentazioni teologiche, pastorali e amministrative che li aiuteranno nel servizio alle singole Chiese.

Correlati:

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.