Parco Livatino: parte la sottoscrizione pubblica per la realizzazione

0
829

Il Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio (Co.N.Al.Pa.) sez. di Agrigento intitolato al “Beato Rosario Livatino”, Il 16 maggio 2023, alle ore 18:00, nella Sala Chiaramontana del Seminario Arcivescovile di Agrigento, alla presenza del Prefetto, del Arcivescovo e di tutte le Autorità civili e militari, darà il via alla sottoscrizione che consentirà la realizzazione del “Parco Livatino”.

Si aggiunge così – dopo la presentazione avvenuta l’11 febbraio u.s. (vedi qui) – un altro tassello per la realizzazione del “Parco Livatino” in memoria del Giudice Beato e di tutte le vittime di mafia che sorgerà in contrada Gasena, nei pressi della Stele commemorativa dell’uccisione del giovane Magistrato, su una superficie di 4.500 metri quadrati che l’ANAS ha dato in concessione gratuita decennale al Co.N.Al.Pa. (cfr. protocollo nr. 25447 del 13/01/2023 la Direzione Generale di Anas Sicilia).

“La Delegazione agrigentina del Co.N.Al.Pa. – si legge in una nota del Presidente – mira a riqualificare l’intera area mediante una bonifica ambientale, la realizzazione di un percorso delimitato da staccionate e alberi, la collocazione di alcune panchine, l’installazione di un impianto d’illuminazione, alimentato da sistema fotovoltaico che supporterà anche un sistema di videosorveglianza, in aggiunta a quello esistente.

Saranno collocate locandine, immagini corredate da didascalie e saranno raccontate le vite di tutti gli eroi, carabinieri, poliziotti, agenti delle scorte, magistrati che hanno sacrificato le loro vite per affrancare gli onesti da quanti, privi di umanità e di valori, li hanno uccisi tarpandone gli intenti e vanificandone gli slanci ideali e la nobiltà d’animo. La finalità è quella di realizzare il Parco della Memoria, perché diventi una meta speciale dove scuole, famiglie e tutti coloro che intendono onorare il sacrificio di questi eroi possano coltivarne la memoria condividendone gli alti valori etici e sociali che la stele, in memoria del giudice Beato, rappresenta. A trentadue anni dalla morte del giovane magistrato – dice il presidente Mimmo Bruno – , la realizzazione del Parco deve essere un impegno della società civile, degli uomini di buona volontà. Partiamo ascoltando in silenzio la voce del Beato Giudice Livatino e di tutte le vittime di mafia. Realizziamo assieme il Parco in Loro memoria. Aggiunga, ognuno di noi, una moneta simbolica per il nobile fine”   (Iban: IT85 S030 6909 6061 0000 0193 913 – Causale: Parco Livatino). Ci auguriamo – conclude il Presidente Bruno – che la Vs. generosità e disponibilità alla condivisione dell’idea progettuale ne consentano la realizzazione in tempi brevi”.

La stele commemorativa in c/da Gasena dovesorgerà il Parco (ph.Carmelo Petrone)

Per info sulla realizzazione del progetto, si possono contattare il presidente della Delegazione Co.N.Al.Pa. di Agrigento, Domenico Bruno (347 928 0181) o il segretario Alfonso Scanio (347 813 7437).

Correlati:

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.