VIGILI DEL FUOCO: “Siamo costretti a scendere in piazza per far sentire il nostro grido di dolore”

0
289

Questa mattina, 15 novembre,  davanti il Palazzo della Prefettura di Agrigento – quale sede e organo periferico del Ministero dell’Interno, presso cui il Dipartimento dei Vigili del Fuoco è incardinato – una rappresentanza dei Vigili del Fuoco (VF) ha manifestato per  “una valorizzazione effettiva – era possibile leggere su manifesto affisso davanti la Prefettura –  dal punto di vista retributivo e previdenziale del lavoro, unico e insostituibile dei vigili dei VF; una maggiore tutela e garanzia degli infortuni e delle malattie professionali tipiche del lavoro dei VF; un riconoscimento reale della specificità e dell’alta professionalità dei vigili del fuoco”. I Vigili chiedono, inoltre,  “risorse adeguate per il rinnovo del contratto del lavoro ed essere equiparati sotto il profilo economico agli uomini in divisa del comparto sicurezza (Polizia, carabinieri, Polizia Penitenziaria e Guardia Di Finanza); potenziamento degli organici finalizzato a diffondere il servizio sul territorio a tutela della sicurezza. Siamo costretti – concludono –  a scendere in piazza per fare sentire il nostro grido di dolore a tutti i cittadini e a tutti i rappresentanti del popolo in parlamento.

Il manifesto è a firma delle segreterie provinciali dei sindacati di Agrigento: per FP CGIL VVF, Smiroldi; per FNS CISL, Gallo Cassarino e per la CONFSAL, Celauro.

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here