Casa Barbadoro (Valle): una “cena-viaggio” alla scoperta del pistacchio DOP di Raffadali

0
239
Casa Barbadoro

Secondo appuntamento ieri sera, 9 settembre 2023, con “le cene gourmet del venerdì sera a Casa Barbadoro”, l’antico casale sotto il Tempio della Concordia che il Parco archeologico della Valle dei Templi, diretto da Roberto Sciarratta, ha restaurato per allestirlo e trasformarlo in un “avamposto” dedicato alla cucina e ai sapori del territorio. Le serate sono un viaggio per odori e sapori in una tradizione antica, nata dalla terra, dalle mani che impastavano, torcevano, tagliavano, raccoglievano. Esperienze di gusto e non solo ma anche occasione per approfondire la conoscenza del territorio agrigentino. E alle esperienze di gusto a Casa Barbadoro, ideate dal manager Fabio Gulotta, si aggiungono gli approfondimenti tematici con esperti ma anche narrazione, storia, conoscenza del territorio e dei suoi prodotti. La prima serata, il 1° settembre u.s., è stata dedicata al vino zuccherino che intrigò gli inglesi, quel Marsala che riuscì a cambiare (in meglio) l’economia della costa trapanese.

Il tempio della Concordia visto da casa Barbadoro (ph.C.P.)

L’appuntamento di ieri sera, presentato da Giovanna Neri ed introdotto dal direttore del Parco, Roberto Sciarratta; la serata è stata dedicata al Pistacchio Dop di Raffadali, coltivato in 29 Comuni in provincia di Agrigento e 2 in provincia di Caltanissetta, ma anche all’interno del Parco Valle dei Templi.
Tra un piatto e l’altro e del buon vino del territorio è stato presentato il Fastuca fest, la sagra del pistacchio che si svolge a Raffadali dal 15 al 17 settembre. Si sono così susseguiti gli interventi di Rino Frenda, presidente dell’associazione di produttori che ha guidato il lungo percorso di acquisizione della DOP, Salvatore Gaziano, membro del comitato promotore della Dop e del sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro. Ad arricchire la serata           l’esibizione live di brani storici del mondo pop e rock e incursioni nel jazz.
Il prossimo appuntamento è per sabato 16 settembre , con “Piovono polpette” è sarà dedicato alle ricette di recupero: in cucina non si butta niente, e allora spazio alle polpette di carne, di pesce, di verdura, e tante altre, recuperando quel filo gustoso che si annoda proprio a Marco Gavio Apicio, considerato il primo chef della storia.

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.