Teatro Pirandello: presentata la Stagione Teatrale 2023-2024

0
605

È stata presentata, sabato 9 settembre 2023, la Stagione Teatrale 2023-2024, curata dalla Direzione Artistica di Francesco Bellomo.
La stagione si aprirà con un classico della letteratura italiana, “TODO MODO” di Leonardo

Sciascia, interpretato da Pino Quartullo e Isabel Russinova, con la regia di Fabrizio

Catalano, nipote di Leonardo Sciascia. Questa rappresentazione, che avrà luogo il 14-15

(particolare locandina)

ottobre 2023, rappresenta un’anteprima nazionale dello spettacolo. L’adattamento teatrale è stato curato dal giornalista Matteo Collura.
Seguiranno spettacoli di grande rilevanza, tra cui “I DUE PAPI” con Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo (18-19 novembre 2023), “IL COMPLEANNO” di Harold Pinter, diretto da Peter Stein con Maddalena Crippa e Alessandro Averone (14-15 dicembre 2023), e “TI RACCONTO UNA STORIA” di Edoardo Leo con la partecipazione musicale di Jonis Bascir (17-18 gennaio 2024).
Carlo Buccirosso porterà il suo talento in scena con “IL VEDOVO ALLEGRO” (23-24 gennaio 2024), seguito da “IL PADRE DELLA SPOSA” di Caroline Francke, diretto da Gianluca Guidi, con Gianfranco Jannuzzo e Barbara de Rossi (16-17-18 febbraio 2024). Moni Ovadia e Marianella Bargili terranno il pubblico sulle spine con “ASSASSINIO NELLA CATTEDRALE” di Thomas Stearns Heliot, diretto da Guglielmo Ferro (23-24 marzo 2024).

La stagione continuerà con “LA MADRE” di Florian Zeller, diretto da Marcello Cotugno, con Lunetta Savino (27-28 aprile 2024), seguito da “PENSACI GIACOMINO” di Luigi Pirandello, diretto da Guglielmo Ferro, con Pippo Pattavina (11-12 maggio 2024). Infine, “OGGI SPOSI… SENTITE CONDOGLIANZE” di Claudio Insegno, Alessia Navarro e Pino Insegno, sotto la regia di Siddhartha Prestinari, porterà risate e divertimento (data da definire).

Per il Presidente della Fondazione teatro Pirandello Alessandro Patti ” il nuovo cartellone – figlio delle specifiche indicazioni provenienti dal nostro pubblico –   è un’offerta  che spazia dal teatro classico al teatro contemporaneo, passando per quello brillante, senza mai rinunciare alle nostre pietre miliari, Pirandello e Sciascia. La stagione che sta per avviarsi farà da apripista al prestigioso ed eccezionale appuntamento che ci attende nel 2025.
Per il sindaco, Franco Miccichè,  “il Teatro Pirandello é sempre stato il fiore all’occhiello dell’offerta culturale della nostra città”. Ha inoltre rivolto i complimenti all’intero management della Fondazione. “Questa squadra – ha detto –  da me voluta si è ritrovata ad ereditare la gestione della Fondazione nel peggior momento storico: eravamo in piena emergenza Covid e ci eravamo da poco lasciati alle spalle i durissimi mesi di lockdown. Ciò nonostante, sono riusciti a far ripartire la macchina, a rivitalizzarla ed a renderla il principale centro di produzione culturale del nostro intero territorio.
Ecco, in vista del prestigiosissimo appuntamento con Capitale della Cultura 2025, sapere di poter contare su un teatro efficiente ed efficace, é per me un enorme sollievo ed un’importante garanzia. Vogliamo continuare la nostra collaborazione con le città finaliste al titolo di Capitale Italiana dalla cultura con uno scambio culturale che convolverà anche il nostro teatro”.
Per Francesco Bellomo, Direttore Artistico del Teatro Pirandello, “la Stagione 2023-2024 al Teatro Pirandello è in continua evoluzione. Quest’anno – ha detto –  dopo i grandi successi ottenuti dal nostro management e dalla mia direzione artistica, abbiamo preparato un cartellone estremamente ricco, con autori di grande importanza e persino la presenza di un regista internazionale come Peter Stein, che ci onorerà con la sua produzione de ‘Il Compleanno’. Abbiamo il piacere di presentare nomi di grande richiamo, tra cui Edoardo Leo, attualmente una delle star più importanti del cinema, e volti televisivi amati come Pino Insegno. Non mancano grandi artisti del calibro di Carlo Buccirosso, Barbara de Rossi, Gianfranco Jannuzzo e il sempre apprezzato Pippo Pattavina2. Ciò di cui siamo particolarmente orgogliosi – ha detto – è che Agrigento può vantare un cartellone all’altezza delle città teatrali più importanti d’Italia. Questo rappresenta un vero fiore all’occhiello per la nostra gestione, il Consiglio di Amministrazione e per me come Direttore Artistico. È una stagione di altissimo livello qualitativo, e siamo entusiasti di condividerla con il nostro pubblico.”

Campagna abbonamenti e diretto di prelazione. La Fondazione Teatro Pirandello Valle dei Templi apre da subito  la campagna abbonamenti per la Stagione Teatrale 2023-2024. Durante questa fase, fanno sapere, che sarà possibile effettuare soltanto abbonamenti. Fino al 30 settembre, i vecchi abbonati, inoltre, avranno il privilegio di esercitare il diritto di prelazione per i loro posti. Dopo tale data, gli abbonamenti saranno aperti anche per i posti liberi.
Per informazioni, prenotazioni e acquisto dei biglietti, si può contattare la la biglietteria al Tel. 0922 590220 o sul sito web www.fondazioneteatropirandello.it. Per ulteriori dettagli, si può inviare un’email a info@fondazioneteatropirandello.it.

Scarica qui la brochure con il Cartellone

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.