I Carabinieri celebrano la”Virgo Fidelis”, Patrona dell’ Arma (VIDEO)

0
631

Giovedì 21 novembre nella Cattedrale San Gerlando di Agrigento, in occasione della ricorrenza della “Virgo Fidelis” – Patrona dell’Arma dei Carabinieri – è stata celebrata una Santa Messa, presieduta dall’Arcivescovo di Agrigento, Cardinale Francesco Montenegro. La cerimonia – in cui si inserisce anche il “78° Anniversario della Battaglia di Culqualber” e la celebrazione della “Giornata dell’Orfano” – costituisce annualmente un momento di meditazione spirituale per le donne e gli uomini in uniforme della Benemerita. Quest’anno, l’evento ha assunto una particolare connotazione per scelta di celebrare la ricorrenza nella Basilica Cattedrale di Agrigento riaperta dopo otto lunghi anni di chiusura al culto. Alla celebrazione hanno partecipato le autorità civili e militari  provinciali, unitamente a Carabinieri, in servizio e in congedo, alle loro famiglie, ai parenti delle “vittime del dovere”, numerosi cittadini e una rappresentanza di studenti di istituti scolastici del capoluogo. Il Cardinale nell’omelia ha invitato i Carabinieri presenti a guardare alla “Virgo Fidelis” come esempio e modello di vita; “la fedeltà diventi il vostro distintivo… di voi – ha detto – ci si deve fidare” (vai al video con l’omelia)

(foto di C.Petrone)

La celebrazione si è conclusa con il saluto del Comandate Provinciale dell’Arma, Col. Giovanni Pellegrino (vedi)  che ha ringraziato le autorità presenti,  la comunità agrigentina accorsa numerosa alla celebrazione, il coro della Cattedrale che ha animato la Messa. Ha ricordato inoltre l’anniversario della Battaglia di Culqualber associando l’eroico sacrificio dei Carabinieri di 78 anni fa al sacrificio dei tanti Carabinieri – rendendo loro onore – che ancora oggi sanno tenere fede al giuramento prestato fino al dono della vita; non è mancato il ricordo delle vittime dell’Arma di ieri e di oggi  e delle altre Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco .  In questa occasione, inoltre, ha rivolto un pensiero particolare ai familiari delle vittime del dovere e gli orfani dell’Arma. “La vita del carabiniere – ha detto –  è un percorso costellato di mille difficoltà , ma è anche un viaggio dolce, compiuto con il sorriso sulle labbra nella speranza che i nostri sforzi non siano vani”. In questa occasione, il col. Pellegrino,  ha voluto donare al card. Montenegro la “Lucerna” con il pennacchio con i colori rosso (come l’amore, l’audacia e il sangue versato)  e blu (simbolo di giustizia. Di amor di Patria e libertà).

 

Nel video (di Carmelo Petrone) , le immagini della celebrazione  con l’omelia del Card.Francesco Montenegro e il discorso finale del Comandante Col. Giovanni Pellegrino 

 

Le immagini (di Carmelo Petrone) della celebrazione

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here