Nasce e si presenta il Centro di Ascolto per persone con problemi di ludopatia e sovraindebitamento

0
254
(particolare locandina)

 

Nasce e verrà presentato il 26 aprile, il Centro di Ascolto per persone con problemi di ludopatia e sovraindebitamento 

“Disturbo da gioco d’azzardo e sovraindebitamento” è il titolo del convegno che si terrà venerdì 26 aprile, alle 10, al Palazzo vescovile di Agrigento, con il quale verrà presentata l’apertura – in via Barone n.2 ad Agrigento, all’interno dei locali della fondazione Mondoaltro – del Centro di ascolto per le persone con problemi di ludopatia e sovraindebitamento.

Al convegno, dopo i saluti dell’arcivescovo di Agrigento Alessandro Damiano, del sindaco di Agrigento Francesco Micciché, di Gaetano Micciché della Prefettura di Agrigento e del fondatore della “Casa dei giovani” Salvatore Lo Bue, seguiranno gli interventi di: Stella Vella, presidente della cooperativa Sub tutela Dei che presenterà il Centro di ascolto; Giacomina Di Francesco, psicologa e psicoterapeuta che parlerà di “Il gioco… da svago innocente a ossessione viziosa”; Biagio Sciortino, presidente nazionale Intercear che relazionerà su “Il centro di ascolto: una risposta all’emergenza delle fragilità, dal Gap alle nuove sostanze” e Leonardo Giordano, capo Dipartimento salute mentale Asp di Agrigento che parlerà di “Entità del fenomeno Gap nel nostro territorio e le strutture sanitarie pubbliche a supporto”.

Il Centro di ascolto nasce dalla volontà della cooperativa Sub tutela Dei, impresa sociale iscritta al Runts di recente costituzione, di aiutare quanti si trovano in difficoltà economica a causa del gioco d’azzardo patologico e del sovraindebitamento.

«Due fenomeni, ludopatia e sovraindebitamento – spiega la presidente della cooperativa, Stella Vella – strettamente interconessi: il ludopatico è quasi sempre un sovraindebitato. Questa “fragilità umana” ha una peculiarità rispetto alle altre dipendenze, complice anche la pubblicità, la gente normalizza il gioco e prende difficilmente consapevolezza della propria malattia».

«Riteniamo sia importante – spiega il presidente della fondazione Mondoaltro e direttore di Caritas diocesana Agrigento, Valerio Landri – l’avvio di un servizio di ascolto e contrasto alle dipendenze dal gioco d’azzardo patologico, fenomeno in continua crescita che colpisce in modo trasversale tutte le fasce sociali del nostro territorio. I Centri di ascolto delle nostre Caritas rilevano il sempre più frequente legame esistente fra situazioni di povertà e dinamiche di dipendenza. Il gioco d’azzardo è oggi alla portata di tutti e nelle sue trame finiscono persone di ogni estrazione ed età. Il servizio offerto dalla cooperativa Sub tutela Dei – con il suo obiettivo di sensibilizzare le comunità ai rischi della ludopatia e di sostenere quanti ne sono vittima – ci dà speranza per il futuro».

Il progetto del Centro di ascolto per ludopatici e sovraindebitati è stato accolto e sostenuto dall’Arcidiocesi di Agrigento, dalla Caritas  diocesana di Agrigento, dalla Fondazione Mondoaltro, dalla Casa dei Giovani – Comunità Terapeutica e dall’Occ (Organismo di composizione delle crisi da sovraindebitamento) “I Diritti del Debitore” di Agrigento.

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.