Il Cartello Sociale: “si mettano in atto misure per aiutare la popolazione tutta, soprattutto le fasce più deboli”

0
953

Il Cartello Sociale della provincia di Agrigento, composto dall’Ufficio di Pastorale Sociale dell’Arcidiocesi di Agrigento e dalle Segreterie provinciali di CGIL, CISL e UIL, in data odierna, ha ha diramato un Comunicato stampa nel quale si legge: “La grave situazione che stiamo vivendo  non può e non deve vederci inermi di fronte alle grandi difficoltà che tutte le famiglie della nostra provincia stanno affrontando. La difficile situazione – scrivono i componenti del Cartello Sociale – di non poter vivere come eravamo abituati, sia pure nella già precaria condizione in cui versava la nostra economia, deve vederci reagire per fare tutto il possibile affinché la difficile situazione non diventi drammatica. Per questo – dicono – , nei limiti del possibile, chiediamo al Governo nazionale e regionale di mettere in atto le misure necessarie per aiutare la popolazione tutta, soprattutto le fasce più deboli, ad affrontare al meglio il momento presente”.

Il particolare il Cartello chiede che “si acceleri nell’assunzione di nuovo personale sanitario per permettere in tempo di fronteggiare la già precaria realtà sanitaria presente; si concedano contributi straordinari ai comparti già in ginocchio;  si mettano in atto tutte le misure possibili a sostegno dei lavoratori e delle famiglie in difficoltà. Auspichiamo – concludono –  che tutti ci rendiamo conto che le misure restrittive sugli spostamenti sono necessari e siamo chiamati a cambiare le nostre abitudini; siamo chiamati a capire che va tutelata sia la nostra di salute come quella degli altri, per questo evitare di andare in giro o frequentare luoghi affollati non è il caso, soprattutto i giovani capiscano che è necessario evitare, San Leone, locali, e centri nei quali diventa pericoloso anche un semplice incontrarsi e stare in luoghi con molta gente. Certi, per la provvidente e benevola azione di Dio che non abbandona il suo popolo, ci rialzeremo e meglio di prima continueremo la nostra vita e daremo il nostro contributo allo sviluppo di questa bellissima nostra terra.

 

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.