Morte del piccolo Salvatore, messaggio dell’Arcivescovo alla famiglia

0
2925

L’Arcivescovo di Agrigento, card. Francesco Montenegro, appresa la notizia della morte del piccolo Salvatore Sclafani, da Bari,  dove si trova per l’incontro di riflessione e spiritualità “Mediterraneo, frontiera di pace“, che riunisce una sessantina di vescovi provenienti da 20 paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ha consegnato un messaggio al Vicario Foraneo di Sciacca per la Famiglia di Salvatore, offrendo la sua vicinanza, affetto e preghiera.

Testo del messaggio 

“In questo momento – scrive l’Arcivescovo – di incommensurabile dolore, in punta di piedi, voglio offrire la mia vicinanza, il mio affetto e la mia preghiera alla famiglia del piccolo Salvatore.

In circostanze come questa è difficile trovare parole, spiegazioni, risposte ai mille interrogativi che investono violentemente cuore e mente. Di fronte al mistero della morte nessuna parola umana è in grado di dare spiegazioni, nessun pensiero umano è capace di farsi una ragione. E quando a morire è un bambino, un figlio, il mistero si fa ancora  più grande e non possiamo fare altro che silenzio.

La tragedia che ha colto come un fulmine a ciel sereno,  non solo i familiari  del piccolo Salvatore  ma anche tutti noi, rischia di farci precipitare nel baratro della disperazione. In questo girovagare nel buio del dolore, bussiamo al cuore di Dio per cercare consolazione e forza dicendo con fede: “Resta con noi Signore, poiché si fa sera….è notte profonda”

Invochiamo per tutti noi e in particolare per la famiglia del piccolo Salvatore, la pace di Dio, che scenda sul nostro dolore e lo apra alla speranza del giorno nuovo, del giorno senza tramonto”.

 

Vi abbraccio e vi benedico.

Francesco card. Montenegro

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.