Ecco il nuovo Questore Rosa Maria Iraci: «Onorata di venire in questa sede»

0
1434
Il neo Questore Maria Rosa Iraci (f.to Petrone)

A distanza di tre giorni, dal congedo del Questore Maurizio Arriemma, promosso alla Questura di Bergamo, martedì 26 marzo si è insediato il nuovo Questore di Agrigento, la dott.ssa  Rosa Maria Iraci. 58 anni, originaria di Barcellona Pozzo di Gotto, sposata con figli è in Polizia da oltre 30 anni ed ha ricoperto – come lei stessa ha ricordato – diversi incarichi in regione e fuori. È stata a capo della Polizia Ferroviaria del Lazio, ha diretto la Digos e l’Ufficio misure di prevenzione alla Questura di Reggio Calabria; è stata anche  alle Volanti della Questura di Messina, ha diretto i commissariati di Patti, Milazzo, Barcellona Pozzo di Gotto, Taormina, Sant’Agata di Militello e Capo d’Orlando, ha diretto anche la “Pasi” della Questura di Vibo Valentia, ed è stata vicario del questore di Enna.

È la prima donna a guidare la Questura della Città dei Templi e per la dottoressa Iraci è anche il primo incarico da Questore. Martedì, con a fianco il Questore vicario, dott. Giuseppe Peritore e il Capo dell’Ufficio di Gabinetto, il dott. Carlo Mossuto  – dopo avere deposto una Corona, sulla lapide del Palazzo della Questura in omaggio ai caduti della Polizia e incontrato i Funzionari e il Personale civile e della Polizia di Stato –  la dott.ssa Iraci ha voluto incontrare i giornalisti e gli operatori della comunicazione. In mattinata, poi, presso Palazzo S.Domenico,  ha Incontrato il sindaco Lillo Firetto.

Il filo rosso del suo intervento con la stampa  è segnato da un verbo: “continuità” con il lavoro portato avanti negli anni dalla Questura di Agrigento. “Sono onorata di venire a fare il Questore in questa sede – ha esordito – non solo per le figure che mi hanno preceduto, questori molto in gamba, che hanno dato un assetto sostanziale alle attività della polizia di Stato nella provincia di Agrigento”. Si è detta anche felicissima di ritornare a lavorare nella sua terra, la Sicilia.  “Sono siciliana – ha affermato – amo la Sicilia e spero di dare un contributo alla mia terra”.

“Non conosco il territorio – ha detto riferendosi al territorio agrigentino – lo studierò, non potrò che seguire il percorso condotto brillantemente dai miei predecessori  che hanno fatto un ottimo lavoro con un assetto particolare di sicurezza sul territorio.  Continuerò – ha ribadito –  il loro lavoro secondo quello che è l’organizzazione della Questura già predisposta”. “È la prima volta che faccio il Questore – ha confessato – confido nella vostra pazienza nella vostra comprensione”.

Il neo Questore ha tenuto a precisare un elemento imprescindibile della sua gestione: “Non farò mancare la presenza della Polizia di Stato alla provincia”.

La nostra redazione e la famiglia de L’Amico augura alla dott.ssa Iraci, buon lavoro.

Nel video il momento dell’incontro con la stampa.

 

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here