Oncologia, Ospedale Sciacca, La Rocca Ruvolo: “Un solo medico, l’Asp intervenga”

0
267

“Una situazione insostenibile quella che si continua a registrare nel reparto di Oncologia dell’ospedale di Sciacca, dove ieri hanno protestato i pazienti per i disservizi provocati dal ritardo di uno dei medici aggiuntivi incaricato con un ordine di servizio dall’Asp di Agrigento. Ormai da tempo un solo medico, l’oncologo Domenico Santangelo, responsabile del reparto che quest’anno ha già aperto più di 350 cartelle cliniche, rimane ad operare da solo malgrado le disposizioni dell’Asp, quindi chiedo: ma questi ordini di servizio vengono ottemperati? E quando non vengono ottemperati cosa fa la direzione generale dell’Asp? Aspettiamo che dia le dimissioni l’unico oncologo per andare a lavorare altrove e lasciare l’ospedale di Sciacca sguarnito pure dell’Oncologia? Sempre a proposito dell’Oncologia: era stato bandito un concorso che poi non è mai stato espletato, come spiega l’Asp tutti questi concorsi banditi e non espletati, per quale motivo? L’Asp è chiamata a dare risposte.
Per quanto mi riguarda, continuerò a evidenziare le criticità sperando in rapide soluzioni ai problemi della sanità agrigentina. L’assessorato alla Salute oggi in commissione ha assunto l’impegno di convocare a breve il commissario dell’Asp e i deputati del territorio per affrontare la questione”.

Lo ha detto oggi la deputata di Forza Italia all’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, denunciando in commissione Salute “il drammatico stato della sanità agrigentina e la situazione di stallo di quei concorsi che si potrebbero espletare, a partire dall’Oncologia, Chirurgia, Anestesia, ma che non vengono mai espletati nonostante la pubblicazione dei bandi”

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.