Servizio Idrico: Incontro in Prefettura tra ATI Idrico, AICA ed organizzazioni sindacali

0
185
Incontro in Prefettura ATI, AICA, Prefetto

Si è tenuta il 29 settembre, in Prefettura una riunione finalizzata ad esaminare le problematiche finanziarie della neo costituita Azienda Consortile per l’Acqua Pubblica dei Comuni agrigentini (AICA).

All’incontro, richiesto dai rappresentanti delle sigle sindacali, preoccupati per il mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori e presieduto dal Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, hanno preso parte, oltre ai Segretari provinciali di CGIL, CISL e UIL, Buscemi, Piraneo ed Acquisto, il Presidente dell’ATI Idrico e  Sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, il Presidente di AICA e Sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza e  il Direttore tecnico di AICA, Ing. Fiorella Rubino.

“Nel corso della riunione – comunica la Prefettura – sono stati affrontati in un clima disteso e con atteggiamento collaborativo e costruttivo, i noti problemi che hanno caratterizzato sin dall’inizio il difficile cammino dell’Azienda Consortile, tra cui i mancati introiti dovuti ad un ritardo nella bollettazione e le difficoltà di accedere al finanziamento erogato dalla Regione a titolo di prestito che dovrà essere restituito dai Comuni. I tre rappresentanti sindacali, nel ribadire fermamente il pieno sostegno al processo di gestione dell’acqua pubblica e di conseguenza ad AICA, hanno sottolineato la necessità di addivenire ad una soluzione rapida delle problematiche che ancora ostacolano il percorso di avvio dell’AICA. Il Presidente di ATI,  Valenti, ha tenuto a rendere partecipi le sigle sindacali della reale situazione della società consortile che, sebbene stia attraversando un momento difficile, ha tutte le potenzialità per migliorare la funzionalità del servizio e ha fatto presente che l’ATI dal canto suo, sta ponendo in essere tutte  le azioni possibili perché questo avvenga. Il Presidente di AICA, Provvidenza, ha sottolineato l’importanza di avere già definito la governancedell’Azienda con la nomina delle figure di vertice che guideranno l’AICA e ha rappresentato che, dalle stime finora effettuate, i ricavi che si produrranno  con i proventi della bollettazione, che, tra l’altro è già operativa con possibilità quindi per gli utenti di pagare le bollette, consentiranno di sostenere i costi di gestione. In tal senso, ha mostrato vivo apprezzamento per il comportamento degli utenti, che con il pagamento delle bollette, hanno dimostrato di aver compreso l’importanza del percorso avviato in cui i cittadini sono parte integrante della gestione del servizio pubblico. Dal canto suo, il Direttore generale, l’Ing. Scalia, ha comunicato di avere effettuato diversi incontri con i lavoratori che devono essere accompagnati da un’azienda privata ad un modello di gestione pubblica anche con una adeguata formazione ed in tale direzione l’Azienda sta avviando le conseguenti iniziative”.

 

 

In conclusione dell’incontro, il Presidente di AICA ha rappresentato ai Segretari provinciali che l’Azienda conta a breve di  pagare gli stipendi con regolarità ed, in particolare, dopo il pagamento della mensilità di agosto ai dipendenti che ancora non hanno percepito le spettanze, è stato assicurato anche il pagamento della mensilità di settembre verosimilmente entro il mese di ottobre.

Il Prefetto, prendendo atto delle dichiarazioni dei rappresentanti di ATI ed AICA, ha informato i presenti di avere avuto interlocuzioni con la Regione che sta seguendo puntualmente l’evolversi della situazione al fine di definire gli aspetti giuridici che potranno consentire l’erogazione delle somme stanziate e ha ribadito il sostegno pieno dell’Ufficio dalla stessa rappresentato nel percorso di avvio e funzionamento della società consortile, per il miglioramento della gestione complessiva del servizio pubblico che necessita in questa delicata fase di avvio di un’ampia collaborazione e convergenza di tutti gli attori presenti alla riunione.

 

Agrigento, 30 settembre 2021

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.