“StD per essere liberi, Opera d’arte a più mani”

0
749
part. di “StD per essere liberi. Opera d’arte a più mani” (ph. Angelo Pitrone)

Nella parrocchia B.M.V. della Divina Provvidenza, dal 27 al 29 ottobre in occasione della “Peregrinatio della Reliquia del Giudice Rosario Livatino (vedi qui) sarà esposta al pubblico, per la prima volta, “StD per essere liberi. Opera d’arte a più mani” . Per gentile concessione dell’ideatore Kalòs e di quanti hanno collaborato, vi presentiamo,  in anteprima, le immagini e la descrizione dell’Opera dedicata al Giudice Beato.

“StD per essere liberi. Opera d’arte a più mani” Ottobre 2023

(ph. Angelo Pitrone)

L’opera raffigura il giudice Livatino (realizzato da Arokiasamy Jayasoosai Maria Nathan) con in mano la sua agenda dalla quale sbuca un foglietto con scritto in cima “Std” (come nell’immagine ufficiale del beato), in posizione dinamica mentre avanza in un giardino di limoni e animali (realizzato da Proietto Giovanni e Lee Domenique Proietto).
Il giudice incede tra il giardino e un paesaggio bianco rosso e nero con incisa la crasi di un suo pensiero: “credenti… ma credibili”. Ricordando la definizione di Gesualdo Bufalino: “Sicilia terra di luce e lutto”  e in mezzo il sangue del martire dal quale sboccia una nuova pianta.

In Testa un elemento chiaro a mo’ di gloria e la parte a tufo con il motto del giudice per esteso “Sub tutela Dei” e il segno della croce e della bilancia-giustizia.

Sulla pedana il segno di Cristo, la croce, la palma del martirio e l’icthus (realizzazione Kalòs).

Sul cielo, collaboratori della parrocchia e volontari di diversa provenienza hanno scritto parole secondo loro importanti per una vita degna, guardando anche all’esempio del martire. Le parole sono state suggerite da ogni partecipante all’incontro, argomentate dal singolo, commentate in gruppo e poi scritte con pastelli ad olio. La dinamica è stata guidata dalla dott.ssa Piera Lo Leggio dell’ULEPE di Agrigento.

L’ideatore dell’opera con la Dott.ssa Rosa Maria Miraglia direttore ULEPE di Agrigento, hanno pensato questa fase dell’opera all’interno del progetto “Il piacere della legalità”.

L’opera è pervasa di rimandi simbolici e di simboli veri e propri che ne rendono la lettura e la percezione affascinante e ricca.

Le fotografie ufficiali sono di Angelo Pitrone.

 

Scheda

Misure: 163cm X 213cm, massimo volume 22cm.

 Composizione: 12 cubi di legno riciclato 50cm X 50cm e di volume variabile, una pedana di 163 cm X 11cm X 23cm.

Tecnica mista: Acrilico, polvere di tufo, di rena di cava, di tabacco, sabbia di mare e klinger in impasto di colla vinilica, pastello.

Tempo di lavorazione: 21 giorni

 Ideazione dell’opera: Kalòs

Costruzione supporto e assemblaggio: Casella Gino, Piero Riggio, Catania Lillo, Volpe Antonio, Chiara Lillo, Barzo Nuccio, Indelicato Nino, Kalòs.

 Aiutanti nell’assemblaggio: Fall Cheikh, Mbaye Aliou.

 Realizzazione artistica dell’opera: Arokiasamy Jayasoosai Maria Nathan, Giovanni Proietto, Lee Domenique Proietto, Kalòs.

Aiutanti nella realizzazione: Nino Indelicato, Gino Casella.

 Aiutanti alle preparazioni: Principato Damiano e Pedalino Emanuele

La proprietà dell’opera è dell’ideatore Kalòs che ringrazia tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione.

donazioni

Sostieni L'Amico del popolo

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare L'Amico del Popolo a crescere con una micro donazione.